Il Ciclone Atlantico di cui nessuno parla

Oggi pomeriggio vorremmo proporvi la storia di un ciclone che da giorni si sta formando sull’Atlantico, ma di cui nessuno sta parlando, forse perché avrà vita breve. Da qualche giorno, puntando il satellite polare AQUA sull’Atlantico, si nota la tipica forma spiraleggiante associata a cicloni tropicali (o extratropicali) assunta dalle nubi. In particolare, sfruttando l’archivio delle immagini fornite dalla NOAA, è stato possibile costruire la storia di questo ciclone, che inizia il 2 dicembre. In questa occasione masse d’aria calda e fredda hanno iniziato a scontrarsi sull’Atlantico, formando un disturbo, ben visibile nella prima immagine all’incrocio delle linee blu e rossa.

Evoluzione del ciclone: fare riferimento al testo per i dettagli.

Evoluzione del ciclone: fare riferimento al testo per i dettagli.

Nella stessa immagine, relativa al 2 dicembre, si notano ulteriori “spirali di nuvole”, anche se questi ultimi sistemi hanno una genesi totalmente diversa. Sono generati dall’interazione del vento con ostacoli isolati come isole dotate di montagne. L’aria interagisce e, nel superare l’ostacolo, inizia a spiraleggiare: questi vortici vengono detti di Von Karman. Ma torniamo al nostro ciclone. Qualche giorno dopo, il 4 dicembre, il centro di bassa pressione si è approfondito: a testimonianza di questo i corpi nuvolosi mostrano una forma a spirale sempre più definita. Il giorno seguente la depressione tropicale si è trasformata in un vero e proprio sistema che rischia di diventare pericoloso nella sua avanzata verso l’Europa (qui siamo al largo delle Coste Africane e poco lontano dal Portogallo). Per fortuna il ciclone è destinato a porre fine alla sua vita nel giro di pochi giorni, prima di riuscire a fare troppi danni. Sembra, infatti, che già oggi si stia esaurendo. Il perché è da ricercarsi principalmente nel meccanismo di alimentazione di questo tipo di sistemi su larga scala. Le acque calde dell’atlantico alle basse latitudini forniscono il serbatoio di energia principale per alimentare e far crescere un ciclone tropicale, permettendo a questo di evolversi nel tempo. Osservando una mappa della anomalia SST, ovvero la differenza rispetto alla media della temperatura superficiale marina, si osserva come la zona interessata da questo ciclone, ovvero la zona dell’Atlantico che lambisce le coste di Africa e Portogallo, sia relativamente fredda (ricordiamolo, rispetto alla media stagionale!).

Anomalia della SST (Sea Surface Temperature).

Anomalia della SST (Sea Surface Temperature).

Forse questo è uno dei motivi per cui il ciclone non ha potuto continuare la crescita iniziata i primi di dicembre. La mancanza di calore sufficiente nelle acque immediatamente sottostanti il ciclone non ha permesso il rifornimento di energia, costringendo il ciclone a diminuire in forza ed estensione.

Articolo di Guido Cioni del 06 Dicembre 2013 alle ore 16:55

Altre Notizie Meteo

Acqua alta a Venezia, livelli mai visti dall’alluvione del 1966

Acqua alta a Venezia, livelli mai visti dall’alluvione del 1966

L’acqua ha raggiunto i 187 centimetri, causando gravi danni alla città e anche una vittima. È allarme a Venezia per l’alta marea che sta causando gravi danni alla città ed è costata la vita a una persona. Martedì notte l’acqua ha raggiunto i 187 centimetri, sfiorando i livelli dell’alluvione che nel 1966 sommerse la città […]

Meteo mercoledì 13 novembre: parziale miglioramento, ma con residua instabilità

Meteo mercoledì 13 novembre: parziale miglioramento, ma con residua instabilità

Ancora instabilità, specie al mattino, al nord-est e centro-sud ma in giornata avremo un miglioramento generale, anche se solo parziale. Sulla Sardegna in serata tenderà a peggiorare, specie sui settori centro-meridionali dell’Isola con piogge e rovesci sparsi. Il profondo vortice ciclonico che, nella giornata di ieri e nelle ore notturne odierne ha apportato generali condizioni […]

Gli uragani negli USA sono aumentati del 330%

Gli uragani negli USA sono aumentati del 330%

Uno studio evidenzia che nell’ultimo secolo la frequenza e la capacità distruttiva degli uragani negli USA sono aumentate significativamente. Gli uragani negli Usa oggi sono 3 volte più pericolosi di 100 anni fa, diventando non solo più distruttivi, ma anche più frequenti. È quanto afferma uno studio pubblicato sulla rivista PNAS (Proceedings of the National […]

Violenti nubifragi e raffiche di vento anche oltre i 100 km/h: sono ore molto difficili per l’estremo sud!

Violenti nubifragi e raffiche di vento anche oltre i 100 km/h: sono ore molto difficili per l’estremo sud!

Come da previsione la Sicilia e il basso versante ionico sono le aree più bersagliate da questa violentissima fase di maltempo! Si segnalano violentissimi nubifragi in Basilicata, raffiche di vento oltre i 100 km/h sulla Puglia centro-meridionale! Danni ingenti, sono ore drammatiche e complicatissime! Un profondissimo vortice ciclonico mediterraneo, con valori anche inferiori a 990hpa, […]

Nuovo ciclone sul Mediterraneo: si intensificherà in modo esplosivo

Nuovo ciclone sul Mediterraneo: si intensificherà in modo esplosivo

Nella giornata di ieri abbiamo assistito alla formazione di un primo ciclone che, dopo essersi approfondito ad ovest della Sardegna, si è spostato verso sud, in direzione dell’Algeria. Prima di indebolirsi a causa dell’interazione con la terraferma, il ciclone ha raggiunto la sua massima intensità assumendo delle caratteristiche simil-tropicali (TLC). Infatti, già nella mattinata di […]

Meteo martedì 12 novembre: giornata di forte maltempo sull’Italia!

Meteo martedì 12 novembre: giornata di forte maltempo sull’Italia!

Piogge, rovesci e fortissimi venti meridionali interesseranno molte regioni della nostra Penisola, con criticità soprattutto all’estremo sud. Precipitazioni assenti solo sull’estremo nord-ovest. Allerte rosse della Protezione Civile su parte della Sicilia, della Calabria e della Basilicata. Giornata di forte maltempo sull’Italia, a causa dell’azione di un profondissimo vortice ciclonico ubicato attualmente tra Tunisia, Sicilia, basso […]

Cicloni di passaggio in settimana sull’Italia: piogge intense e venti forti, quali aree interessate?

Cicloni di passaggio in settimana sull’Italia: piogge intense e venti forti, quali aree interessate?

Un vortice ciclonico è in azione già dalle prime ore della nuova settimana tra il Tirreno e il Nord Africa e dal suo centro si è già formato un primo sistema frontale che nel corso di lunedì risalirà la Sicilia per poi estendersi rapidamente al Sud peninsulare con episodi di maltempo anche intenso che si […]

Profondo Ciclone Mediterraneo ad ovest della Sardegna: caratteristiche ed evoluzione

Profondo Ciclone Mediterraneo ad ovest della Sardegna: caratteristiche ed evoluzione

In queste ore la situazione meteorologica sul Mediterraneo risulta essere estremamente dinamica. Un vortice depressionario, formatosi ad ovest della Sardegna, si muove verso la Tunisia e la Sicilia, apportando instabilità prima sulle regioni settentrionali e poi in seguito soprattutto sulle regioni meridionali. Nell’immagine satellitare sottostante si nota chiaramente il minimo depressionario sul Mediterraneo occidentale e […]

Meteo lunedì 11 novembre: generale peggioramento con forte maltempo in serata all’estremo sud!

Meteo lunedì 11 novembre: generale peggioramento con forte maltempo in serata all’estremo sud!

Nuovo peggioramento sull’Italia, anche marcato dal pomeriggio-sera all’estremo sud, con piogge e rovesci temporaleschi anche molto forti sulla Sicilia e sulla Calabria con possibili nubifragi. Venti sud-orientali in netto rinforzo, dalla sera, sul basso Ionio con raffiche di forte burrasca. Un profondissimo vortice depressionario, in formazione ad ovest della Sardegna, si collocherà, nel corso della […]

Inizio settimana di estremo maltempo al sud con possibili nubifragi e raffiche di vento oltre i 100 km/h!

Inizio settimana di estremo maltempo al sud con possibili nubifragi e raffiche di vento oltre i 100 km/h!

Un profondissimo vortice depressionario, in formazione ad ovest della Sardegna, si porterà, nella giornata di lunedì e martedì, verso Tunisia e Sicilia, per poi risalire parzialmente verso il centro-sud Italia nella giornata di mercoledì. Tra lunedì sera e la giornata di martedì avremo la fase più delicata ed estrema: attenzione al sud Italia in quanto […]

Scarica l'app del Meteo in Diretta per iOs o Android e porta il meteo sempre con te, è gratis!

Meteo in diretta - le tue previsioni meteo personalizzate

Copyright 2000-2015 Tutti i diritti riservati
MeteoInDiretta è un progetto Tempo di meteo srl p.i.02241200464