Meraviglie Atmosferiche: Le nubi lenticolari

Per ingannare la (lunga) attesa che ci separa dalla fine di questo possente anticiclone, cerchiamo di spiegare alcuni dei fenomeni più interessanti che si verificano in Atmosfera. Le nuvole rappresentano la condensazione del vapore acqueo, presente in aria secondo una certa percentuale di volume, in minuscole goccioline di nube. Queste tendono a unirsi in cumuli, strati o altri tipi di sistemi nuvolosi a seconda delle condizioni ambientali. Un tipo molto particolare di nube è costituito dalle cosiddette nubi lenticolari , ovvero nuvole che hanno una tipica forma “a lente”.

Nubi orografiche sull'Etna.

Nubi lenticolari sull’Etna.

Per comprendere la formazione di queste nubi occorre fare un passo indietro e considerare l’influsso che una montagna può avere sull’aria che impinge su di essa. Il vento porta l’aria verso le pendici della montagna costringendola a salire verso la cima. Nella salita, l’aria incontrerà temperature sempre più basse e tenderà quindi a condensare sotto forma di nubi sopravento alle montagne: questo succede quando una massa d’aria instabile proveniente da Nord impatta contro le Alpi e forma dei temporali in Svizzera ed Austria. Se il vento è abbastanza forte, può succedere anche che l’aria venga sospinta con una tale violenza e velocità che non riesce a condensare nella salita, mantenendo il suo contenuto di vapore acqueo pressoché invariato. Nel scavalcare la cima, la massa d’aria sarà costretta a scendere violentemente verso il basso, dato che non è più presente la forzatura orografica. Ma non riuscirà a scendere più di tanto visto che ormai si trova in equilibrio con le caratteristiche dell’ambiente esterno: tenderà quindi ad oscillare rispetto ad una sua posizione di equilibrio. In altre parole, la montagna provoca un disturbo sul flusso, che si traduce in un’onda, detta onda orografica. 

Onda orografica e nubi lenticolari

Onda orografica e nubi lenticolari

Questo particolare tipo di onda conduce la massa d’aria a scendere e salire continuamente sul fianco sottovento della montagna: in una di queste salite forzate verso uno strato a temperatura più bassa può succedere quindi che il vapore acqueo presente nell’aria sia costretto a condensare e a formare una nube. Ma, dato che l’aria è costretta a muoversi lungo traiettorie ben definite, la condensazione avviene in una zona ben precisa e la nube assume la tipica forma “a lente”. Questo si vede bene dal grafico sovrastante dove viene rappresentata la situazione che abbiamo spiegato a parole. Infine, bisogna sottolineare che il disturbo causato dalla montagna può influenzare anche gli strati alti della massa d’aria, e quindi condurre alla formazione di nubi lenticolari a più altezze. Questo porta alla formazione di nubi “impilate” tra di loro, che ricoprono le cime dei monti con una specie di “cappello”, come illustrato in questa immagine del Monte Rainer.

Nubi lenticolari sul Monte Rainer, nello stato di Washington.

Nubi lenticolari sul Monte Rainer, nello stato di Washington.

 

 

Articolo di Simone Baldi del 09 Dicembre 2013 alle ore 11:14

Altre Notizie Meteo

Primo weekend di giugno con ancora temporali ed aria fresca, il sole ci sarà ma l’estate frena!

Primo weekend di giugno con ancora temporali ed aria fresca, il sole ci sarà ma l’estate frena!

I forti temporali previsti tra la giornata di giovedì e quella di venerdì sono dovuti ad un fronte Atlantico ben organizzato, associato ad una profonda saccatura estesa dalla Groenlandia al mare del Nord, che raggiungerà la nostra Penisola attraversandola interamente. I contrasti termici molto elevati tra la massa d’aria fredda in arrivo e quella preesistente […]

Disastro ambientale in Siberia, 20mila tonnellate di carburante riversate nei fiumi

Disastro ambientale in Siberia, 20mila tonnellate di carburante riversate nei fiumi

Tempo di lettura: 2 minuti. La cisterna della Norilsk Nickel è collassata in seguito allo scioglimento del permafrost sottostante. È il più grande disastro petrolifero avvenuto in Russia dal 1994. Negli ultimi giorni il fiume Ambarnaya si è tinto di rosso acceso a causa di uno sversamento proveniente da uno stabilimento della Norilsk Nickel, il […]

Meteo giovedì 4 giugno: forte maltempo al nord, stabile e soleggiato al sud

Meteo giovedì 4 giugno: forte maltempo al nord, stabile e soleggiato al sud

Giornata caratterizzata da forte maltempo al nord con piogge e rovesci anche forti, stabilità al centro-sud con tempo soleggiato e poche nubi. Temperature in calo al nord, in temporaneo aumento al centro-sud. Una forte perturbazione di origine nord-atlantica interesserà la nostra Penisola nelle prossime 48 ore, apportando un netto peggioramento delle condizioni meteorologiche dapprima sulle nostre regioni settentrionali per la giornata odierna […]

Sotto la lente nord Italia: piogge e temporali anche forti nella giornata di giovedì

Sotto la lente nord Italia: piogge e temporali anche forti nella giornata di giovedì

Forte maltempo al nord nelle prossime 24 ore con piogge e rovesci temporaleschi anche forti, attesi accumuli pluviometrici localmente elevati! Una forte perturbazione di origine nord-atlantica interesserà la nostra Penisola nelle prossime 48 ore, apportando un netto peggioramento delle condizioni meteorologiche dapprima sulle nostre regioni settentrionali nella giornata di domani giovedì 4 giugno e poi […]

Cronaca meteo: devastanti e impressionanti grandinate in Lombardia

Cronaca meteo: devastanti e impressionanti grandinate in Lombardia

Nel pomeriggio di martedì 2 giugno violentissime grandinate hanno messo in ginocchio la Lombardia settentrionale, in particolare le province di Lecco, Brescia e Bergamo. Impressionanti immagini da Nembro… Come da previsione sulle nostre regioni settentrionali ad una mattinata di martedì 2 giugno abbastanza soleggiata e con poche nubi ha fatto seguito un cospicuo aumento della […]

Ispra: in Italia la temperatura aumenta di più rispetto al resto del mondo

Ispra: in Italia la temperatura aumenta di più rispetto al resto del mondo

Tempo di lettura: 2 minuti. Crescono anche il consumo di suolo e l’inquinamento elettromagnetico da impianti RTV e telefonia mobile. Le emissioni di gas serra risultano invece in calo.   L’aumento di temperatura in Italia è maggiore rispetto alla media globale, secondo i nuovi dati ambientali Ispra. L’anomalia registrata nel 2018 rispetto alla media 1961-1990 […]

Meteo mercoledì 3 giugno: tra sole, nubi e locali rovesci pomeridiani e serali

Meteo mercoledì 3 giugno: tra sole, nubi e locali rovesci pomeridiani e serali

Giornata caratterizzata da tempo soleggiato al mattino con cielo sereno o poco nuvoloso, nubi in aumento nelle ore pomeridiane con locali piogge e rovesci temporaleschi soprattutto sulle aree alpine, prealpine ed appenniniche. L’Italia è interessata solo parzialmente da un campo di alta pressione, in quanto risente ancora della parziale influenza di una circolazione più instabile […]

Meteo martedì 2 giugno: soleggiato ma con rovesci pomeridiani in agguato

Meteo martedì 2 giugno: soleggiato ma con rovesci pomeridiani in agguato

Giornata caratterizzata da cielo inizialmente sereno o poco nuvoloso al mattino; al pomeriggio e sera aumento della nuvolosità specie sulle aree alpine ed appenniniche con locali rovesci. Temperature in lieve aumento ma ancora al di sotto della norma. Sull’Italia va espandendosi un campo di alta pressione da ovest, tuttavia la nostra Penisola risentirà ancora marginalmente […]

Cronaca meteo: weekend di intenso maltempo con violente grandinate e nevicate in Appennino

Cronaca meteo: weekend di intenso maltempo con violente grandinate e nevicate in Appennino

E’ stato un weekend all’insegna del maltempo sulla nostra Penisola con nevicate in Appennino, violente grandinate, intense piogge e temporali. Ripercorriamolo insieme con immagini e dettagli… Nel corso del weekend appena concluso il vasto campo di alta pressione, di origine azzorriana, è risultato come da previsione ancora troppo sbilanciato ad ovest, tra Europa occidentale e […]

NOAA: la stagione degli uragani atlantici 2020 sarà più intensa del solito

NOAA: la stagione degli uragani atlantici 2020 sarà più intensa del solito

Tempo di lettura: 2 minuti. Sono previste dalle 13 alle 19 tempeste, di cui da 3 a 6 potrebbero diventare uragani potenti, con venti fino a 179 km/h. Inizia oggi, 1 giugno, e terminerà il 30 novembre la stagione degli uragani altantici di quest’anno, sebbene si siano verificate già due tempeste nel corso del mese […]

Scarica l'app del Meteo in Diretta per iOs o Android e porta il meteo sempre con te, è gratis!

Meteo in diretta - le tue previsioni meteo personalizzate

Copyright 2000-2015 Tutti i diritti riservati
MeteoInDiretta è un progetto Tempo di meteo srl p.i.02241200464