Ancora anticiclone con bel tempo sull’Italia, poi nel weekend irruzione fredda al centro-sud!

Anticiclone in ulteriore rinforzo nei prossimi giorni su Europa centro-occidentale, settentrionale e Italia, ma al contempo una discesa di aria gelida artico-continentale sull’Europa orientale, riuscirà ad interessare parzialmente anche le nostre regioni centro-meridionali nel corso del weekend.

Risulterà davvero notevole l’espansione dell’Alta pressione delle Azzorre, nei prossimi giorni, sull’Europa occidentale in successiva risalita e piegamento verso nord-est, con interessamento anche dell’Europa centrale e della Penisola Scandinava, con geopotenziali a 500hpa davvero molto alti e temperature sia in quota che al suolo fuori stagione con isoterme che sfioreranno, difatti, i +10/+12°C a 850hpa (1450 mt).

Una vera e propria “lingua calda” in espansione e risalita che fungerà da blocco alla circolazione zonale atlantica, con i relativi flussi di calore che andranno a provocare, però, inevitabili ripercussioni e forti disturbi alla struttura del Vortice Polare troposferico, con la conseguenziale discesa di una massa di aria gelida artico-continentale sull’Europa orientale che scorrerà lungo il bordo orientale del forte campo anticiclonico. Le isoterme saranno davvero gelide e anche inferiori ai -16°C a 850hpa (1450 mt) con nevicate previste fino in pianura e coste.  L’Europa risulterà, dunque, nettamente divisa in due meteorologicamente parlando : tanta stabilità e mitezza ad ovest, gelo e neve ad est. Ecco, a tal proposito, delle cartine modellistiche su scala emisferica :

ECMWF_GEOP.

Configurazione barica, su scala emisferica, prevista per le ore centrali di venerdì 22 Febbraio. ECMWF – Meteociel -

ECMWF_TEMP

Distribuzione termica, su scala emisferica, prevista per le ore centrali di sabato 23 Febbraio. ECMWF – Meteociel -

E l’Italia? Per quanto riguarda la nostra Penisola  l’alta pressione sarà dapprima in rinforzo nei prossimi giorni da nord a sud, mentre a partire dal weekend (23-24 Febbraio) le cose tenderanno a cambiare : la forte espansione e risalita dell’anticiclone verso latitudini europee più settentrionali esporrà lo stesso ad avere la cosiddetta “coperta corta” per  la protezione delle nostre regioni centro-meridionali,  le quali verranno interessate parzialmente dall’irruzione gelida artico-continentale che si muoverà con moto antizonale dall’Europa orientale verso ovest. I modelli stanno facendo, tuttavia, molta fatica ad inquadrare l’evoluzione meteorologica prevista dalla giornata di sabato per le nostre regioni centro-meridionali, in quanto tale area si troverà abbastanza al limite tra l’interessamento del forte campo di alta pressione e l’estensione della massa d’aria gelida.

Le ultime elaborazioni modellistiche indicano un avanzamento maggiore della colata gelida verso ovest con una traiettoria più alta, la quale riuscirebbe a coinvolgere in modo importante anche le nostre regioni centro-meridionali, determinando un fortissimo calo delle temperature per la giornata di sabato e domenica, con arrivo di isoterme a 850hpa (1450 mt) prossime ai -8/-10°C. Si registrerà, inoltre, un netto rinforzo di venti molto freddi dai quadranti nord-orientali.  Al nord e sul settore tirrenico centrale, invece, il calo termico sarà molto più contenuto. Ecco alcune cartine relative all’ultimo run del prestigioso modello europeo ECMWF :

ECMWF_GEOP

Configurazione barica prevista per le ore centrali di sabato 23 marzo. ECMWF – Meteociel -

ECMWF_TEMP

Distribuzione termica a 850hpa (1450 mt) prevista per le ore centrali di sabato 23 Marzo. ECMWF – Meteociel -

Per quanto riguarda le precipitazioni, al momento, la prognosi è ancora abbastanza riservata per il centro-sud adriatico, in quanto alcuni piccoli spostamenti di traiettoria della colata gelida (possibili in quanto mancano ancora 4-5 giorni) potrebbero essere determinanti sulla distribuzione ed intensità delle precipitazioni che, date le isoterme previste, sarebbero a carattere nevoso fino a bassissima quota, mentre al nord e sul settore centrale tirrenico continuerebbe, in ogni caso, la stabilità con rischio nullo di eventuali precipitazioni.

Ad ora, non sarebbe assolutamente da scartare l’ipotesi di qualche rovescio nevoso al centro-sud tra la giornata di sabato e domenica, fino a quote molto basse e fin verso pianure e coste, segnatamente sulle estreme regioni meridionali ovvero su Puglia, Basilicata Calabria, Sicilia, ma occorrerà seguire ancora l’evoluzione modellistica a tal riguardo, data la dinamica estremamente delicata.

Restate connessi su Meteo in Diretta

Articolo di Alberto Fucci del 19 Febbraio 2019 alle ore 22:56

Altre Notizie Meteo

Quanto inquinano gli smartphone?

Quanto inquinano gli smartphone?

Uno studio afferma che nel 2040 l’industria delle ICT potrebbe raggiungere un contributo del 14% alle emissioni globali, pari a metà di quello dei trasporti.     Per quanto sia irrisorio il consumo di energia per uno scambio di dati tra dispositivi digitali, questo richiede un numero spropositato di trasmissioni, che coinvolge non solo il dispositivo […]

Fine settimana anticiclonico: tanto sole, temperature in lieve aumento, ma attenzione!

Fine settimana anticiclonico: tanto sole, temperature in lieve aumento, ma attenzione!

Dopo le ultime ore di maltempo, ritornerà incontrastato l’anticiclone. Tempo stabile con poche nuvole quindi lungo tutto il fine settimana e finalmente senza preoccupazioni. Con l’inizio della settimana però cambia qualcosa. Condizioni di nuovo invernali in arrivo? Fine settimana anticiclonico: tanto sole, temperature in lieve aumento, ma attenzione! La perturbazione che in questi giorni ha […]

Freddo in arrivo? No, solo tanta incertezza…

Freddo in arrivo? No, solo tanta incertezza…

Alcuni scenari previsionali intravedono un calo delle temperature che dovrebbe concretizzarsi in alcune regioni italiane verso la fine del mese. Tuttavia si tratta ancora di proiezioni caratterizzate da una notevole incertezza per cui è difficile ancora elaborare una prognosi.  Sono bastati un paio di scenari previsionali fuori dal normale per far gridare al ‘ritorno dell’inverno‘. […]

Ascension Island diventa la più grande area marina protetta dell’Oceano Atlantico

Ascension Island diventa la più grande area marina protetta dell’Oceano Atlantico

Vietata la pesca in un’area di 443.000 chilometri quadrati nell’Atlantico meridionale, che ospita una delle più preziose biodiversità del pianeta.     L’isola di Ascension, nell’Oceano Atlantico meridionale, diventerà una nuova area marina protetta grande 2 volte il Regno Unito. Un’area di 443.000 chilometri quadrati che salvaguarderà una molteplicità di specie tra cui tartarughe, pesci […]

Febbraio 2019 più caldo della norma sull’Italia, specie al centro-nord, con precipitazioni scarse!

Febbraio 2019 più caldo della norma sull’Italia, specie al centro-nord, con precipitazioni scarse!

Febbraio 2019 ha fatto registrare anomalie termiche medie mensili positive soprattutto al nord e centro Italia, mese quasi nella norma invece al sud. Precipitazioni scarse su buona parte dell’Italia! Anche sul resto dell’Europa anomalie termiche positive anche notevoli e poche precipitazioni! L’ultimo mese dell’inverno meteorologico si è mostrato più caldo della norma su quasi tutta Europa, come […]

Economia circolare: i vantaggi sono anche economici

Economia circolare: i vantaggi sono anche economici

Gli obiettivi prefissati dalla Commissione europea sono ambiziosi, ma realistici. Le attività di riciclo e riutilizzo rendono inoltre 8 volte gli investimenti e offrirebbero anche più posti di lavoro.       Secondo i dati pubblicati dalla Commissione europea sul bilancio ambientale d’Europa, il piano d’azione per incentivare l’economia circolare presentato nel dicembre 2015 sta […]

Non è il pianeta che bisogna salvare, ma gli uomini

Non è il pianeta che bisogna salvare, ma gli uomini

Gli effetti del cambiamento climatico saranno la maggiore causa di conflitti e migrazioni, soprattutto la scarsità di acqua potabile. Ne parla il fisico Filippo Giorgi.     Quando si parla di “salvare il pianeta” sembra non arrivi a tutti il vero messaggio: la cosa riguarda tutti gli esseri viventi che ci abitano, compresi gli umani. […]

Perturbazioni con piogge e nubi fino a metà settimana, poi più caldo e sole!

Perturbazioni con piogge e nubi fino a metà settimana, poi più caldo e sole!

La settimana non inizia al top a causa del passaggio della perturbazione sul nord, che però influenzerà un pò il tempo su tutte le altre regioni. Fino a metà settimana infatti anche il centro e il sud saranno avvolti da nubi e qualche pioggia passeggera. Le temperature invece sono in calo al centro-nord, mentre rimangono […]

Mangiare meno carne aiuta il pianeta e la salute. Ecco perché

Mangiare meno carne aiuta il pianeta e la salute. Ecco perché

Spreco alimentare e allevamenti intensivi compromettono gravemente la salute del pianeta (e la nostra). Una dieta povera di proteine animali ridurrebbe significativamente le emissioni globali e risparmierebbe enormi quantitativi di acqua.     Un recente rapporto del Global Environment Outlook dell’Onu mette in guardia il mondo sul consumo di carne e pesce in termini di […]

Perché le aree desertiche del pianeta si trovano a determinate latitudini?

Perché le aree desertiche del pianeta si trovano a determinate latitudini?

Guardando la Terra da satellite ci si accorge subito della netta separazione tra le verdi aree equatoriali e quelle completamente prive di vegetazione.   Ad esempio, guardando le immagini del continente africano si nota come oltre una data latitudine, la vegetazione scompaia in modo marcato e rapido. Non solo il Sahara, ma tutti i deserti […]

Scarica l'app del Meteo in Diretta per iOs o Android e porta il meteo sempre con te, è gratis!

Meteo in diretta - le tue previsioni meteo personalizzate

Copyright 2000-2015 Tutti i diritti riservati
MeteoInDiretta è un progetto Tempo di meteo srl p.i.02241200464