Ufficialmente estinto il primo mammifero a causa dei cambiamenti climatici

L’estinzione del melomys di Bramble Cay è la conferma della realtà degli effetti del cambiamento climatico. In Australia si accendono le critiche sulla superficialità delle dichiarazioni e dei provvedimenti governativi.

 

Melomys Rubicola

 

Il melomys di Bramble Cay (melomys rubicola) è ufficialmente passato dalla categoria “in via di estinzione” a quella di “estinto”. Il piccolo roditore, originario di un’isoletta nello stretto di Torres, tra l’Australia e la Papua Nuova Guinea, è il primo mammifero estinto per cause riconducibili ai cambiamenti climatici. La notizia è stata ufficializzata dal ministro dell’ambiente Melissa Price a tre anni dalla dichiarazione del governo del Queensland, che con la firma di Ian Gynther, dell’Unità Specie Minacciate del Queensland, aveva già messo per iscritto l’estinzione del melomys nel 2016. L’ultimo avvistamento risale infatti a dieci anni fa e la dichiarazione giunge a conferma dell’esito fallimentare delle ricerche avvenute negli ultimi anni.

L’Australia ha il più alto tasso di estinzione di mammiferi al mondo e l’estinzione del melomys dimostra la realtà dei cambiamenti climatici e dei loro effetti. L’ufficializzazione dell’estinzione dell’animale è stata accolta però da diverse critiche per il poco clamore associato alla notizia e molti sono stati gli attacchi contro il governo del negazionista climatico Scott Morrison. “L’estinzione del Melomys di Bramble Cay dovrebbe essere una tragedia nazionale”, afferma la senatrice dei Greens Australia Janet Rice, “l’incapacità del governo Morrison di proteggere i quasi 500 animali australiani minacciati di estinzione è un’assoluta disgrazia. Il dipartimento per l’ambiente dovrebbe condurre una revisione immediata di come è potuto succedere”.

Molti anche i dissensi sul “recovery plan” del 2008 come programma per salvare gli ultimi esemplari rimasti, che asseriva che le conseguenze dei cambiamenti climatici non avrebbero influito significativamente sulla sopravvivenza del melomys. Inoltre, secondo Tim Beshara il piano non è mai stato completato e non ha condotto a nessun risultato se non all’estinzione della specie. “Il melomys di Bramble Cay era un piccolo ratto marrone, ma era il nostro piccolo ratto marrone ed era nostra responsabilità assicurarci che sopravvivesse. E abbiamo fallito”.

Articolo di Erika del 20 Febbraio 2019 alle ore 17:50

Altre Notizie Meteo

Neve abbondante sulle Alpi: aumenta il pericolo valanghe

Neve abbondante sulle Alpi: aumenta il pericolo valanghe

La persistenza di una profonda saccatura sul Mediterraneo occidentale sta determinando un prolungato periodo di precipitazioni, in particolar modo sul Nord Italia. Nella giornata odierna sono state registrate forti piogge sia a nord-ovest, su Piemonte e Liguria, sia a nord-est, su Veneto, Trentino Alto-Adige e Friuli-Venezia Giulia. Di conseguenza, anche le nevicate sono risultate abbondanti: […]

Acqua alta, cosa succede in Italia e negli altri paesi soggetti a inondazioni

Acqua alta, cosa succede in Italia e negli altri paesi soggetti a inondazioni

Venezia non è certo l’unica città al mondo a rischio inondazione. Ma come hanno fatto altre città ad arginare il fenomeno ed evitare i danni legati alle mareggiate? Per giorni Venezia ha vissuto momenti di grande preoccupazione a causa dell’acqua che ha raggiunto valori record, paragonabili all’alluvione che nel 1966 investì la laguna. L’acqua alta […]

Meteo martedì 19 novembre: ancora una giornata di maltempo per diverse regioni

Meteo martedì 19 novembre: ancora una giornata di maltempo per diverse regioni

Nuova giornata di maltempo sul nord e centro Italia con piogge, rovesci e nevicate su Alpi e Appennini. Instabilità anche al sud, specie nella seconda parte della giornata, con rovesci sulla Sicilia, Calabria tirrenica, Salento e Campania. La nuova perturbazione atlantica, entrata da ovest sulla nostra Penisola nel pomeriggio di ieri, con genesi di un […]

Questa mega-discarica cinese avrebbe dovuto chiudere nel 2044, ma ha già raggiunto il limite massimo

Questa mega-discarica cinese avrebbe dovuto chiudere nel 2044, ma ha già raggiunto il limite massimo

Una delle più grandi discariche della Cina è stata chiusa perché ha raggiunto la capienza massima 25 anni prima del previsto. A nord ovest della città di Xi’an, in Cina,  c’è una delle più grandi discariche del paese, chiamata Jiangcungou. L’enorme discarica, aperta nel 1944, si estende per 700.000 metri quadri, è profonda 150 metri […]

Serie di perturbazioni interesseranno l’Italia: brevi pause tra un’ondata di maltempo e l’altra!

Serie di perturbazioni interesseranno l’Italia: brevi pause tra un’ondata di maltempo e l’altra!

Il cuore del Mediterraneo è preso di mira da più di 20 giorni e le pause tra una perturbazione e l’altra son veramente corte. Anche questa settimana sarà infatti caratterizzata da nuovi impulsi Atlantici freddi e carichi di maltempo. La bassa pressione che ci ha interessati negli ultimi giorni e che sembrava aver finito la […]

Cronaca meteo: domenica di forte maltempo tra nubifragi, rischi esondazioni e valanghe sulle Alpi!

Cronaca meteo: domenica di forte maltempo tra nubifragi, rischi esondazioni e valanghe sulle Alpi!

Domenica di marcato maltempo sull’Italia, come era nelle attese, con disagi e diverse criticità: forti nubifragi, fiumi in piena con rischi esondazioni, abbondanti nevicate sulle Alpi con valanghe in Alto Adige! Ennesima giornata di marcato maltempo per l’Italia, messa a dura prova ormai dagli inizi di novembre con l’arrivo di forti perturbazioni atlantiche in serie. […]

Meteo lunedì 18 novembre: parziale miglioramento, ma dal pomeriggio ripeggiora al centro-nord

Meteo lunedì 18 novembre: parziale miglioramento, ma dal pomeriggio ripeggiora al centro-nord

Giornata inizialmente di parziale tregua del maltempo sulla nostra Penisola, una tregua però molto breve in quanto già dalle ore pomeridiane peggiorerà nuovamente al centro-nord con nuove piogge, rovesci e nevicate sulle Alpi. Giornata asciutta al sud. Perturbazione che va, perturbazione che viene: l’Italia continua ad essere “terra di conquista” per le perturbazioni atlantiche che […]

Stasera occhi al cielo per le Leonidi, le stelle cadenti di novembre

Stasera occhi al cielo per le Leonidi, le stelle cadenti di novembre

La pioggia di meteore raggiungerà il picco nella notte tra il 17 e il 18 novembre. A partire dalla prima metà di novembre di ogni anno lo sciame meteorico generato dalla cometa Temple-Tuttle è attraversato dalla Terra, fino alla fine del mese. Parliamo delle Leonidi, le stelle cadenti di novembre, il cui picco massimo quest’anno […]

Meteo domenica 17 novembre: forte maltempo su gran parte d’Italia

Meteo domenica 17 novembre: forte maltempo su gran parte d’Italia

Domenica di maltempo su gran parte della nostra Penisola: piogge, rovesci temporaleschi anche forti, copiose nevicate sulle Alpi e Appennino centro-settentrionale, venti sostenuti. Atteso nuovo picco di acqua alta a Venezia in tarda mattinata. La perturbazione atlantica, in ingresso sulla nostra Penisola, ha generato un minimo di bassa pressione, ubicato attualmente sul Tirreno centro-settentrionale. Tale […]

Turismo spaziale: un sogno per miliardari, ma quanto sarebbe devastante per il Pianeta?

Turismo spaziale: un sogno per miliardari, ma quanto sarebbe devastante per il Pianeta?

Secondo uno studio recente un solo viaggio nello spazio equivarrebbe a quasi 400 voli transatlantici. Il fiorente settore del turismo spaziale, favorito da molti miliardari perlopiù statunitensi, potrebbe rivelarsi catastrofico per la crisi climatica, con gravi conseguenze sulle emissioni globali. Quello che è il sogno di molti, peraltro non lontano dalla realizzazione, rappresenterebbe un disastro […]

Scarica l'app del Meteo in Diretta per iOs o Android e porta il meteo sempre con te, è gratis!

Meteo in diretta - le tue previsioni meteo personalizzate

Copyright 2000-2015 Tutti i diritti riservati
MeteoInDiretta è un progetto Tempo di meteo srl p.i.02241200464