L’Europa ripiomba in inverno. La causa è in stratosfera.

5 maggio 2019. L’inverno è ormai lontano e la stagione primaverile ampiamente iniziata. Eppure, la variabilità meteorologica può riservare sempre delle sorprese.

Dai Paesi Scandinavi alla Germania, dalla Francia all’Italia, il paesaggio assume oggi connotazioni prettamente invernali.

L’aria di estrazione artica che ha raggiunto in queste ore l’Italia ha attraversato nei giorni scorsi l’Europa Centrale provocando un generale crollo termico. (mappa)

Anomalia Termica Europa. Fonte:WXCHARTS

La mappa di anomalia mostra idealmente la traiettoria della massa di aria e i valori termici che ne risultano sono in alcuni casi inferiori di più di 10 gradi rispetto alla media del periodo.

Val Thorens, 1800 metri. Fonte: Weather Severe Europe da Meteo-Alpes

Raggiungendo il mediterraneo, l’aria fredda ha poi innescato un vortice di bassa pressione che sta ora provocando i suoi effetti in Italia, in particolare al Nord.

Qui siamo in provincia di Trento a soli 600 metri di quota.


Predazzo, Centa San Nicolò and Folgaria. Report: Daniele Toniolatti tramite Severe Weather Europe

L’origine dell’evento è da ricercare in zone molto lontane, precisamente al Polo Nord, in stratosfera.

Semplificando un processo molto complesso iniziamo col dire che nel periodo invernale il raffreddamento dell’area polare genera un campo di bassa pressione in quota, detto vortice polare. La rotazione di questo vortice è antioraria e più ruota velocemente più trattiene in sé l’aria gelida polare rendendo difficile la probabilità di irruzioni fredde alle basse latitudini. Al di sotto, in troposfera, è solitamente presente un campo di alta pressione.

Vortice Polare. Fonte: NOAA

Il riscaldamento stratosferico destabilizza questo vortice e quando questo accade l’aria alle latitudini polari scivola verso Sud e aumenta la possibilità di irruzioni fredde.

Questo riscaldamento avviene naturalmente e gradualmente con la primavera. In questo modo man mano il vortice scompare ed è sostituito da un anticiclone. Questa volta però il riscaldamento è avvenuto più tardi ed è stato più intenso, andando poi a comunicare direttamente questo disturbo in basso, in troposfera con le conseguenze che stiamo osservando.

La primavera dovrà attendere ancora qualche altro giorno.

Articolo di Stefano Della Fera del 05 Maggio 2019 alle ore 17:07

Altre Notizie Meteo

Meteo domenica 12 luglio: migliora al nord, bello al centro-sud, locali rovesci su Alpi e Appennino

Meteo domenica 12 luglio: migliora al nord, bello al centro-sud, locali rovesci su Alpi e Appennino

Giornata caratterizzata da un miglioramento al nord con cielo poco nuvoloso e tempo soleggiato, bello anche al centro-sud specie sulle coste. Locali rovesci pomeridiani saranno possibili su Alpi e Appennino. Temperature in calo al nord e su adriatiche, stazionarie al sud. Nel corso del week-end correnti più fresche ed instabili, provenienti dall’Europa centro orientale, hanno […]

La prova del cambiamento climatico trovata negli anelli degli alberi secolari

La prova del cambiamento climatico trovata negli anelli degli alberi secolari

Tempo di lettura: 2 minuti. Gli alberi analizzati in Sudamerica rivelano un aumento di eventi estremi a partire dal 20° secolo. Gli anelli degli alberi possono rivelare molte informazioni sull’ambiente circostante, compresi i cambiamenti nell’umidità del suolo e quindi del clima. Gli scienziati hanno raccolto 600 anni di questi dati per comprendere meglio i cambiamenti […]

Il fitoplancton nell’Artico è aumentato del 57%. Cosa vuol dire?

Il fitoplancton nell’Artico è aumentato del 57%. Cosa vuol dire?

Tempo di lettura: 3 minuti. Le vaste fioriture di alghe contribuiscono ad un maggiore assorbimento di carbonio e un maggior apporto di sostanze nutritive. Ma cosa comporterà un Artico più “verde”? Negli ultimi 20 anni, l’Oceano Artico ha visto un aumento del 57% del suo fitoplancton, rivela uno studio condotto da un team di ricercatori […]

Meteo venerdì 10 luglio: soleggiato e caldo, rovesci su Alpi, Prealpi e Appennino

Meteo venerdì 10 luglio: soleggiato e caldo, rovesci su Alpi, Prealpi e Appennino

Giornata prevalentemente stabile e soleggiata su tutte le nostre regioni, nelle ore pomeridiane qualche rovescio sarà possibile sulle aree alpine, prealpine e localmente in Appennino. Temperature stazionarie o in ulteriore e lieve aumento con caldo intenso. Un campo di alta pressione sub-tropicale interessa la nostra Penisola e andrà a garantire, anche per la giornata odierna, […]

Come e quando vedere lo spettacolo della cometa F3 Neowise

Come e quando vedere lo spettacolo della cometa F3 Neowise

Tempo di lettura: 2 minuti. Dopo il passaggio al perielio, la cometa più bella del millennio torna visibile ad occhio nudo. Scoperta nel mese di marzo, la cometa C/2020 F3 Neowise ha conquistato gli amatori delle osservazioni celesti per la sua brillantezza e la possibilità di essere ammirata a occhio nudo. A metà giugno la […]

Weekend in arrivo dal fascino estivo con sole e caldo, ma occhio ai tanti temporali!

Weekend in arrivo dal fascino estivo con sole e caldo, ma occhio ai tanti temporali!

Alta pressione Africana prova ad inglobare l’Italia in questa seconda parte di settimana, ma come preannunciato da lunedì, in vista c’è un nuovo break temporalesco per il weekend. L’artefice del cambiamento sarà ancora una volta il vortice freddo posizionato tra Mare del Nord e Scandinavia e le caratteristiche del guasto saranno con ogni probabilità molto […]

Meteo giovedì 9 luglio: soleggiato e caldo su tutte le regioni

Meteo giovedì 9 luglio: soleggiato e caldo su tutte le regioni

Giornata stabile e soleggiata su tutta la nostra Penisola, locali addensamenti pomeridiani si registreranno sull’Appennino abruzzese e sulle aree alpine con qualche isolato e breve rovescio. Temperature in aumento. Un campo di alta pressione sub-tropicale risulta ben saldo sulla nostra Penisola e andrà a garantire, anche per la giornata odierna, condizioni di tempo stabile e […]

Un gene ereditato dai Neanderthal spiegherebbe la nostra vulnerabilità al Covid-19

Un gene ereditato dai Neanderthal spiegherebbe la nostra vulnerabilità al Covid-19

Tempo di lettura: 4 minuti. Sarebbe una conseguenza dell’ibridazione dei nostri antenati con i Neanderthal circa 60.000 anni fa, riscontrabile in un segmento del cromosoma 3. Un tratto del nostro DNA ereditato dai Neanderthal potrebbe spiegare la vulnerabilità al Covid-19, secondo un nuovo studio. Quel segmento di sei geni sarebbe responsabile delle complicazioni che possono […]

Meteo mercoledì 8 luglio: tempo stabile e soleggiato su tutta Italia

Meteo mercoledì 8 luglio: tempo stabile e soleggiato su tutta Italia

Giornata stabile e soleggiata su tutta la nostra Penisola, con cielo sereno o poco nuvoloso, locali annuvolamenti pomeridiani su Alpi e Appennini. Temperature nei valori medi tipici del periodo con caldo nella norma. Sull’Italia è in fase di espansione e rinforzo un campo di alta pressione sub-tropicale che andrà a garantire, per la giornata odierna, […]

Caldo anomalo in Siberia: preoccupa l’estensione del ghiaccio artico

Caldo anomalo in Siberia: preoccupa l’estensione del ghiaccio artico

Durante il mese di giugno la Siberia è stata interessata da condizioni di caldo estremo e prolungato. Nella città di Verkhoyansk, a ben 67° di latitudine nord, il 20 giugno scorso è stata misurata la temperatura record di 38°. Inoltre, le temperature insolitamente alte hanno favorito lo sviluppo e la diffusione di incendi che hanno […]

Scarica l'app del Meteo in Diretta per iOs o Android e porta il meteo sempre con te, è gratis!

Meteo in diretta - le tue previsioni meteo personalizzate

Copyright 2000-2015 Tutti i diritti riservati
MeteoInDiretta è un progetto Tempo di meteo srl p.i.02241200464