Quando le previsioni non funzionano la colpa non è del meteo

Poche ore fa siamo stati incuriositi da un articolo pubblicato da un’importante testata giornalistica. Nelle poche righe, scritte certamente da qualcuno che di meteorologia sa ben poco, si compie una crociata contro le “previsioni sbagliate” dei meteorologi privi di serietà. Sempre più curiosi di capire il motivo dell’astio degli operatori turistici Riminesi, che sostengono di voler denunciare alcuni “siti commerciali”, abbiamo proseguito la lettura: “oggi si pubblicano su internet i bollettini dei prossimi 15 giorni, ma su che base sono fatti, se il secondo giorno di previsioni è attendibile al 60% e il terzo sotto il 20%?”. 

Qualsiasi lettore che ci segue con assiduità sa bene che precisiamo sempre quanto l’affidabilità di ogni previsione da noi formulata scada velocemente col passare del tempo. Mentre per i dettagli a scala nazionale si può arrivare a 4-5 giorni di previsione, le caratteristiche a scala locale non possono venire previste se non con qualche ora di anticipo. Nonostante i progressi fatti in campo scientifico, la Meteorologia rimane una scienza basata su equazioni approssimate e dati che spesso sono incompleti. Come possiamo pretendere di conoscere il tempo a Modena se ci basiamo su dati provenienti solo da Milano e Bologna, oltre ad usare equazioni che sono giuste solo entro un certo limite? Consci di questo grande impedimento che ha la nostra branca della Fisica, cerchiamo sempre di metter in guardia l’utenza su un utilizzo attento delle previsioni. Oltre a ricordare la diminuzione dell’affidabilità nel tempo, abbiamo sempre sottolineato che l’evoluzione delle masse d’aria non può essere prevista su scala locale: non si può dire “a Bologna pioverà dalle 16 alle 17” ma “c’è una probabilità di pioggia del 65% per il pomeriggio a Bologna”.

2014_5_31_1200_MSG3_13_S1

Chi cerca di rifilare previsioni “esatte” a 15 giorni è, e rimane, solo un venditore di fumo, giacché un prodotto meteorologico del genere ha la stessa affidabilità di un oroscopo. Purtroppo, nel nostro paese vanno affermandosi ormai da anni numerosi portali “meteorologici”, che di professionale hanno veramente poco, alla ricerca di soldi facili. A questi siti non interessa fare previsioni affidabili; maggiore è la risonanza mediatica di una notizia, maggiore sarà la portata di click, maggiori saranno gli introiti pubblicitari. Poco importa se, con titoli allarmistici, si cerca di tracciare la tendenza di un normale peggioramento primaverile.

rimini_spiaggia_1258725231

Come si può quindi dare agio ad una protesta contro le previsioni lette su portali fatti da persone che di meteorologia sanno poco o niente? In Italia, ad oggi, la professione di meteorologo non è ancora ufficialmente riconosciuta. Per questo, chiunque si improvvisi tale può fondare il proprio sito ed iniziare a diffondere bollettini a macchia d’olio. Eppure, la meteorologia richiede la conoscenza della Termodinamica, Fisica, Matematica, Informatica: sono discipline che richiedono ore di studio e di difficile apprendimento. Prima di procedere con denunce e querele sarebbe quindi il caso che l’industria del Turismo si rivolgesse a professionisti del settore e non a qualche “sito commerciale”. Non proferire parole quando le previsioni vengono “azzeccate” e lamentarsi quando vengono sbagliate è un atteggiamento puerile e decisamente poco consono ad un paese come il nostro che dovrebbe, o almeno si spera, essere baluardo di numerose discipline scientifiche in Europa e nel Mondo.

Articolo di Guido Cioni del 17 Giugno 2014 alle ore 19:17

Altre Notizie Meteo

La prova del cambiamento climatico trovata negli anelli degli alberi secolari

La prova del cambiamento climatico trovata negli anelli degli alberi secolari

Tempo di lettura: 2 minuti. Gli alberi analizzati in Sudamerica rivelano un aumento di eventi estremi a partire dal 20° secolo. Gli anelli degli alberi possono rivelare molte informazioni sull’ambiente circostante, compresi i cambiamenti nell’umidità del suolo e quindi del clima. Gli scienziati hanno raccolto 600 anni di questi dati per comprendere meglio i cambiamenti […]

Il fitoplancton nell’Artico è aumentato del 57%. Cosa vuol dire?

Il fitoplancton nell’Artico è aumentato del 57%. Cosa vuol dire?

Tempo di lettura: 3 minuti. Le vaste fioriture di alghe contribuiscono ad un maggiore assorbimento di carbonio e un maggior apporto di sostanze nutritive. Ma cosa comporterà un Artico più “verde”? Negli ultimi 20 anni, l’Oceano Artico ha visto un aumento del 57% del suo fitoplancton, rivela uno studio condotto da un team di ricercatori […]

Meteo venerdì 10 luglio: soleggiato e caldo, rovesci su Alpi, Prealpi e Appennino

Meteo venerdì 10 luglio: soleggiato e caldo, rovesci su Alpi, Prealpi e Appennino

Giornata prevalentemente stabile e soleggiata su tutte le nostre regioni, nelle ore pomeridiane qualche rovescio sarà possibile sulle aree alpine, prealpine e localmente in Appennino. Temperature stazionarie o in ulteriore e lieve aumento con caldo intenso. Un campo di alta pressione sub-tropicale interessa la nostra Penisola e andrà a garantire, anche per la giornata odierna, […]

Come e quando vedere lo spettacolo della cometa F3 Neowise

Come e quando vedere lo spettacolo della cometa F3 Neowise

Tempo di lettura: 2 minuti. Dopo il passaggio al perielio, la cometa più bella del millennio torna visibile ad occhio nudo. Scoperta nel mese di marzo, la cometa C/2020 F3 Neowise ha conquistato gli amatori delle osservazioni celesti per la sua brillantezza e la possibilità di essere ammirata a occhio nudo. A metà giugno la […]

Weekend in arrivo dal fascino estivo con sole e caldo, ma occhio ai tanti temporali!

Weekend in arrivo dal fascino estivo con sole e caldo, ma occhio ai tanti temporali!

Alta pressione Africana prova ad inglobare l’Italia in questa seconda parte di settimana, ma come preannunciato da lunedì, in vista c’è un nuovo break temporalesco per il weekend. L’artefice del cambiamento sarà ancora una volta il vortice freddo posizionato tra Mare del Nord e Scandinavia e le caratteristiche del guasto saranno con ogni probabilità molto […]

Meteo giovedì 9 luglio: soleggiato e caldo su tutte le regioni

Meteo giovedì 9 luglio: soleggiato e caldo su tutte le regioni

Giornata stabile e soleggiata su tutta la nostra Penisola, locali addensamenti pomeridiani si registreranno sull’Appennino abruzzese e sulle aree alpine con qualche isolato e breve rovescio. Temperature in aumento. Un campo di alta pressione sub-tropicale risulta ben saldo sulla nostra Penisola e andrà a garantire, anche per la giornata odierna, condizioni di tempo stabile e […]

Un gene ereditato dai Neanderthal spiegherebbe la nostra vulnerabilità al Covid-19

Un gene ereditato dai Neanderthal spiegherebbe la nostra vulnerabilità al Covid-19

Tempo di lettura: 4 minuti. Sarebbe una conseguenza dell’ibridazione dei nostri antenati con i Neanderthal circa 60.000 anni fa, riscontrabile in un segmento del cromosoma 3. Un tratto del nostro DNA ereditato dai Neanderthal potrebbe spiegare la vulnerabilità al Covid-19, secondo un nuovo studio. Quel segmento di sei geni sarebbe responsabile delle complicazioni che possono […]

Meteo mercoledì 8 luglio: tempo stabile e soleggiato su tutta Italia

Meteo mercoledì 8 luglio: tempo stabile e soleggiato su tutta Italia

Giornata stabile e soleggiata su tutta la nostra Penisola, con cielo sereno o poco nuvoloso, locali annuvolamenti pomeridiani su Alpi e Appennini. Temperature nei valori medi tipici del periodo con caldo nella norma. Sull’Italia è in fase di espansione e rinforzo un campo di alta pressione sub-tropicale che andrà a garantire, per la giornata odierna, […]

Caldo anomalo in Siberia: preoccupa l’estensione del ghiaccio artico

Caldo anomalo in Siberia: preoccupa l’estensione del ghiaccio artico

Durante il mese di giugno la Siberia è stata interessata da condizioni di caldo estremo e prolungato. Nella città di Verkhoyansk, a ben 67° di latitudine nord, il 20 giugno scorso è stata misurata la temperatura record di 38°. Inoltre, le temperature insolitamente alte hanno favorito lo sviluppo e la diffusione di incendi che hanno […]

Pioggia record in Giappone, almeno 18 vittime a causa delle forti inondazioni

Pioggia record in Giappone, almeno 18 vittime a causa delle forti inondazioni

Tempo di lettura: 2 minuti. Continuano le azioni di soccorso nelle prefetture di Kumamoto e Kagoshima, dove le piogge alluvionali hanno travolto numerosi edifici e costretto ad evacuare più di 270.000 persone. Sabato scorso l’agenzia meteorologica giapponese aveva messo in guardia sulle fortissime precipitazioni in arrivo sull’isola di Kyushu, nel sud-ovest del Giappone, esortando gli […]

Scarica l'app del Meteo in Diretta per iOs o Android e porta il meteo sempre con te, è gratis!

Meteo in diretta - le tue previsioni meteo personalizzate

Copyright 2000-2015 Tutti i diritti riservati
MeteoInDiretta è un progetto Tempo di meteo srl p.i.02241200464