Calano le rinnovabili in Italia, lontani gli obiettivi 2030

Il rapporto di Legambiente evidenzia una stasi generale del settore, con un enorme calo anche dei posti di lavoro.

Dopo 12 anni di crescita, la produzione di energia da fonti rinnovabili in Italia è in calo, con una riduzione generale del contributo e una stasi degli investimenti nel settore. È quanto rileva il rapporto di Legambiente “Comuni rinnovabili 2019”, che offre un amaro resoconto sullo sviluppo “praticamente fermo” delle rinnovabili nel Paese. Il calo maggiore è stato registrato nel solare, nell’eolico e nelle bioenergie.

L’estrema lentezza del processo di innovazione e la crescita minima delle installazioni indicano un quadro deludente, con valori del tutto inadeguati rispetto agli obiettivi europei sul clima. Rientrare nell’Accordo di Parigi, che prevede la riduzione del 55% delle emissioni di gas serra entro il 2030, con certe premesse risulta un obiettivo lontanissimo.

Eppure sono circa un milione gli impianti elettrici e termici installati in tutta la Penisola. Tra fotovoltaico, solare termico, mini idroelettrico eolico, bioenergie e geotermia distribuiti sul territorio sono 3.054 i comuni diventati autosufficienti per i fabbisogni elettrici, 50 per quelli elettrici e 41 le realtà rinnovabili al 100% per tutti i fabbisogni. Ma i ritmi di crescita delle rinnovabili evidenziano un trend in calo che non accenna a cambiare.

Le ragioni sono da ricercare soprattutto nella scarsità di incentivi a sostegno degli investimenti, nella mancanza di autorizzazioni per i progetti nei territori, nella perdita di efficienza di vecchi impianti che non vengono rimpiazzati. E i dati sono preoccupanti non solo a fronte dei cambiamenti climatici, ma anche in termini di posti di lavoro, che dal 2011 sono diminuiti significativamente, passando da 125.400 a 80.000 circa. Come confermano diversi studi inerenti, rientrare nella direttiva europea in un percorso diretto verso la decarbonizzazione e rilanciare subito gli investimenti nel settore porterebbe al Paese benefici pari a 5,5 miliardi di euro l’anno, nonché la creazione di 2,7 milioni di posti di lavoro. Si tratta di scelte concrete da compiere per Governo e Parlamento, che al più presto devono impegnarsi per invertire la rotta.

Articolo di Erika del 14 Maggio 2019 alle ore 20:01

Altre Notizie Meteo

Meteo mercoledì 3 giugno: tra sole, nubi e locali rovesci pomeridiani e serali

Meteo mercoledì 3 giugno: tra sole, nubi e locali rovesci pomeridiani e serali

Giornata caratterizzata da tempo soleggiato al mattino con cielo sereno o poco nuvoloso, nubi in aumento nelle ore pomeridiane con locali piogge e rovesci temporaleschi soprattutto sulle aree alpine, prealpine ed appenniniche. L’Italia è interessata solo parzialmente da un campo di alta pressione, in quanto risente ancora della parziale influenza di una circolazione più instabile […]

Meteo martedì 2 giugno: soleggiato ma con rovesci pomeridiani in agguato

Meteo martedì 2 giugno: soleggiato ma con rovesci pomeridiani in agguato

Giornata caratterizzata da cielo inizialmente sereno o poco nuvoloso al mattino; al pomeriggio e sera aumento della nuvolosità specie sulle aree alpine ed appenniniche con locali rovesci. Temperature in lieve aumento ma ancora al di sotto della norma. Sull’Italia va espandendosi un campo di alta pressione da ovest, tuttavia la nostra Penisola risentirà ancora marginalmente […]

Cronaca meteo: weekend di intenso maltempo con violente grandinate e nevicate in Appennino

Cronaca meteo: weekend di intenso maltempo con violente grandinate e nevicate in Appennino

E’ stato un weekend all’insegna del maltempo sulla nostra Penisola con nevicate in Appennino, violente grandinate, intense piogge e temporali. Ripercorriamolo insieme con immagini e dettagli… Nel corso del weekend appena concluso il vasto campo di alta pressione, di origine azzorriana, è risultato come da previsione ancora troppo sbilanciato ad ovest, tra Europa occidentale e […]

NOAA: la stagione degli uragani atlantici 2020 sarà più intensa del solito

NOAA: la stagione degli uragani atlantici 2020 sarà più intensa del solito

Tempo di lettura: 2 minuti. Sono previste dalle 13 alle 19 tempeste, di cui da 3 a 6 potrebbero diventare uragani potenti, con venti fino a 179 km/h. Inizia oggi, 1 giugno, e terminerà il 30 novembre la stagione degli uragani altantici di quest’anno, sebbene si siano verificate già due tempeste nel corso del mese […]

Settimana ancora poco estiva: temporali, aria fresca ma anche sole e brevi rialzi termici!

Settimana ancora poco estiva: temporali, aria fresca ma anche sole e brevi rialzi termici!

Inizia la nuova settimana ma soprattutto il nuovo mese, ma dell’alta pressione forte e duratura ancora non se ne vedono le tracce. Ad ora l’anticiclone tenta l’espansione almeno in parte sull’Italia, cercando di ripristinare condizioni di maggior stabilità. Tuttavia il progetto andrà solo parzialmente in porto, garantendo un tempo tendenzialmente più stabile e con temperature […]

Meteo lunedì 1 giugno: miglioramento ovunque con qualche isolato rovescio pomeridiano

Meteo lunedì 1 giugno: miglioramento ovunque con qualche isolato rovescio pomeridiano

Giornata caratterizzata da un miglioramento delle condizioni meteorologiche su tutte le regioni, con schiarite e spazi soleggiati che si alterneranno però ancora a nubi specie nelle ore pomeridiane che potranno dar luogo a qualche isolato rovescio, segnatamente sulle aree alpine e al sud. Temperature in leggera ripresa ma sempre al di sotto della norma. Il […]

Meteo domenica 31 maggio: ancora instabilità specie al centro-sud

Meteo domenica 31 maggio: ancora instabilità specie al centro-sud

Giornata caratterizzata ancora da una certa variabilità con nubi, schiarite e condizioni di instabilità soprattutto sulle zone interne centro-meridionali con piogge e rovesci temporaleschi. Temperature sempre inferiori alle medie tipiche del periodo. Il vasto campo di alta pressione, di origine azzorriana, risulta ancora troppo sbilanciato ad ovest, tra Europa occidentale e Penisola Scandinava lasciando l’Italia […]

Ridurre le emissioni aiuterebbe a prevenire il secondo picco di coronavirus

Ridurre le emissioni aiuterebbe a prevenire il secondo picco di coronavirus

Tempo di lettura: 2 minuti. L’inquinamento atmosferico può aumentare il tasso di mortalità da Covid-19 fino all’8%. Esistono numerosi studi provenienti da tutto il mondo che evidenziano la correlazione tra nuovo coronavirus e inquinamento atmosferico, in particolare riguardo la letalità del virus. L’esposizione prolungata ad una bassa qualità dell’aria è notoriamente legata all’insorgenza di alcune […]

Meteo sabato 30 maggio: in gran parte instabile con piogge e temporali

Meteo sabato 30 maggio: in gran parte instabile con piogge e temporali

Giornata caratterizzata da instabilità specie al centro-sud con piogge e rovesci temporaleschi localmente anche di moderata-forte intensità. Al nord qualche schiarita in più ma con rovesci pomeridiani sulle aree alpine e prealpine, in estensione anche alle pianure nel corso della serata. Temperature in ulteriore calo e ovunque inferiori alla norma. Un campo di alta pressione, […]

Weekend con piogge e temporali? Sì, ecco dove!

Weekend con piogge e temporali? Sì, ecco dove!

Sabato e Domenica instabili su molte regioni con piogge e rovesci temporaleschi soprattutto sulle aree interne. Un campo di alta pressione, di origine azzorriana, nel corso del weekend risulterà ancora posizionata e sbilanciata ad ovest tra Europa occidentale e Penisola Scandinava, lasciando scoperta la nostra Penisola che risulterà soggetta a correnti più fredde ed instabili […]

Scarica l'app del Meteo in Diretta per iOs o Android e porta il meteo sempre con te, è gratis!

Meteo in diretta - le tue previsioni meteo personalizzate

Copyright 2000-2015 Tutti i diritti riservati
MeteoInDiretta è un progetto Tempo di meteo srl p.i.02241200464