NOAA: la stagione degli uragani atlantici 2020 sarà più intensa del solito

Tempo di lettura: 2 minuti.

Sono previste dalle 13 alle 19 tempeste, di cui da 3 a 6 potrebbero diventare uragani potenti, con venti fino a 179 km/h.

Inizia oggi, 1 giugno, e terminerà il 30 novembre la stagione degli uragani altantici di quest’anno, sebbene si siano verificate già due tempeste nel corso del mese di maggio. La prima è stata Arthur, che si è formata il 16 maggio ed è passata a soli 40 chilometri a sud di Capo Hatteras, nella Carolina del Nord e la seconda è Bertha, che si è sviluppata a largo della costa orientale e ha attraversato la Carolina del Sud il 27 maggio, con raffiche di 80 chilometri orari. Secondo la National Oceanic and Atmospher Administration degli Stati Uniti (NOAA), la stagione 2020 sarà particolarmente attiva, con un numero maggiore di tempeste previste rispetto alla media.

Le previsioni NOAA segnalano dalle 13 alle 19 tempeste possibili, con venti di 63 km/h, di cui da 6 a 10 potrebbero trasformarsi in uragani, con venti fino a 119 km/h. A loro volta, gli uragani peggiori potrebbero diventare da 3 a 6, raggiungendo i 179 km/h. Nel 2019 sono state registrate 18 tempeste nominate, di cui 6 sono state classificate come uragani, 3 dei quali grandi uragani. Durante una stagione media, il numero di tempeste si aggira attorno ai 12 eventi, con circa 3 grandi uragani su 6 totali. Le prospettive del Climate Prediction Center del NOAA hanno una sicurezza del 70% circa e implicano il 60% di probabilità di una stagione fuori dalla norma, il 30% di una stagione nella media e soltanto il 10% di una stagione con meno eventi della norma.

L’uragano Arthur al largo della costa orientale degli Stati Uniti il 18 maggio 2020.
Immagine: NOAA.

Le previsioni degli uragani dell’Atlantico del 2020, come quelli del bacino del Pacifico orientale e quello centrale, vanno di pari passo con un nuovo studio condotto dai ricercatori dell’Università del Wisconsin, che evidenzia il riscaldamento globale come causa di rafforzamento di questi eventi meteorologici estremi. Lo studio si basa sull’analisi di quasi 40 anni  di immagini satellitari, che mostrano gli uragani diventare sempre più intensi e distruttivi. Le condizioni dell’oscillazione meridionale di El Nino (ENSO) saranno neutrali o tenderanno a La Nina, spiega il NOAA, il che significa che El Nino non sarà in grado di reprimere l’attività degli uragani. Ad aumentare le possibilità di una stagione anomala sarà inoltre la temperatura superficiale del mare più calda della media nell’Oceano Atlantico tropicale e nel Mar dei Caraibi, abbinata ad un taglio del vento verticale ridotto, a deboli alisei dell’Atlantico tropicale e ad un monsone dell’Africa occidentale potenziato.

Le preoccupazioni riguardo alle probabilità di una stagione più attiva del solito riguardano anche le condizioni dettate dall’emergenza Covid-19 nel mondo. L’esperta di gestione delle emergenze presso la Massachusetts Maritime Academy, Samantha Montano, ha espresso i suoi timori in merito a possibili disastri: molti volontari potrebbero non essere in grado di raggiungere le zone disastrate, oppure avranno difficoltà ad interagire con le persone, ha riferito al New York Times.

Articolo di Erika del 01 Giugno 2020 alle ore 17:55

Altre Notizie Meteo

Meteo martedì 14 luglio: locali rovesci su Alpi e Appennini, tempo soleggiato al centro-sud

Meteo martedì 14 luglio: locali rovesci su Alpi e Appennini, tempo soleggiato al centro-sud

Giornata prevalentemente stabile e soleggiata al centro-sud, più nubi al nord. Rovesci pomeridiani su Alpi e Appennini e anche sulla Sicilia. L’Italia è interessata parzialmente da correnti più fresche nord-orientali, al contempo la presenza di un campo di alta pressione andrà comunque a garantire una giornata prevalentemente stabile e soleggiata. Nelle ore pomeridiane locali rovesci interesseranno le aree […]

Quanto aumenterà la temperatura nei prossimi 5 anni?

Quanto aumenterà la temperatura nei prossimi 5 anni?

Tempo di lettura: 2 minuti. Secondo la WMO, l’aumento sarebbe di circa 1,5 °C rispetto ai livelli preindustriali. Secondo le previsioni dell’Organizzazione meteorologica mondiale (WMO) per i prossimi 5 anni, c’è una possibilità del 20% di superare di 1,5 °C la temperatura media annuale rispetto al periodo 1850-1900. L’ONU ha affermato che l’ultimo quinquennio è […]

Arresto dell’anticiclone in settimana: stop al caldo estivo e temporali pronti ad intervenire!

Arresto dell’anticiclone in settimana: stop al caldo estivo e temporali pronti ad intervenire!

Dopo il passaggio del fronte che nel weekend ha coinvolto le regioni centro-settentrionali con alcuni fenomeni di instabilità, l’alta pressione tenta il rinforzo in avvio di settimana e il tempo proverà a stabilizzarsi. Resta però qualche incognita legata ad un residuo afflusso di correnti nord-orientali al suolo in scorrimento lungo il bordo destro dell’anticiclone che […]

Meteo lunedì 13 luglio: locali rovesci su Alpi e Appennino centrale, bello altrove

Meteo lunedì 13 luglio: locali rovesci su Alpi e Appennino centrale, bello altrove

Giornata prevalentemente stabile su tutte le regioni con cielo sereno o poco nuvoloso e ampio soleggiamento. Nelle ore pomeridiane qualche rovescio tenderà ad interessare le aree alpine, prealpine e localmente anche l’Appennino centrale. Temperature in calo al centro-sud, specie sui versanti adriatici, con caldo nella norma. L’Italia è interessata parzialmente da correnti più fresche nord-orientali, […]

Meteo domenica 12 luglio: migliora al nord, bello al centro-sud, locali rovesci su Alpi e Appennino

Meteo domenica 12 luglio: migliora al nord, bello al centro-sud, locali rovesci su Alpi e Appennino

Giornata caratterizzata da un miglioramento al nord con cielo poco nuvoloso e tempo soleggiato, bello anche al centro-sud specie sulle coste. Locali rovesci pomeridiani saranno possibili su Alpi e Appennino. Temperature in calo al nord e su adriatiche, stazionarie al sud. Nel corso del week-end correnti più fresche ed instabili, provenienti dall’Europa centro orientale, hanno […]

La prova del cambiamento climatico trovata negli anelli degli alberi secolari

La prova del cambiamento climatico trovata negli anelli degli alberi secolari

Tempo di lettura: 2 minuti. Gli alberi analizzati in Sudamerica rivelano un aumento di eventi estremi a partire dal 20° secolo. Gli anelli degli alberi possono rivelare molte informazioni sull’ambiente circostante, compresi i cambiamenti nell’umidità del suolo e quindi del clima. Gli scienziati hanno raccolto 600 anni di questi dati per comprendere meglio i cambiamenti […]

Il fitoplancton nell’Artico è aumentato del 57%. Cosa vuol dire?

Il fitoplancton nell’Artico è aumentato del 57%. Cosa vuol dire?

Tempo di lettura: 3 minuti. Le vaste fioriture di alghe contribuiscono ad un maggiore assorbimento di carbonio e un maggior apporto di sostanze nutritive. Ma cosa comporterà un Artico più “verde”? Negli ultimi 20 anni, l’Oceano Artico ha visto un aumento del 57% del suo fitoplancton, rivela uno studio condotto da un team di ricercatori […]

Meteo venerdì 10 luglio: soleggiato e caldo, rovesci su Alpi, Prealpi e Appennino

Meteo venerdì 10 luglio: soleggiato e caldo, rovesci su Alpi, Prealpi e Appennino

Giornata prevalentemente stabile e soleggiata su tutte le nostre regioni, nelle ore pomeridiane qualche rovescio sarà possibile sulle aree alpine, prealpine e localmente in Appennino. Temperature stazionarie o in ulteriore e lieve aumento con caldo intenso. Un campo di alta pressione sub-tropicale interessa la nostra Penisola e andrà a garantire, anche per la giornata odierna, […]

Come e quando vedere lo spettacolo della cometa F3 Neowise

Come e quando vedere lo spettacolo della cometa F3 Neowise

Tempo di lettura: 2 minuti. Dopo il passaggio al perielio, la cometa più bella del millennio torna visibile ad occhio nudo. Scoperta nel mese di marzo, la cometa C/2020 F3 Neowise ha conquistato gli amatori delle osservazioni celesti per la sua brillantezza e la possibilità di essere ammirata a occhio nudo. A metà giugno la […]

Weekend in arrivo dal fascino estivo con sole e caldo, ma occhio ai tanti temporali!

Weekend in arrivo dal fascino estivo con sole e caldo, ma occhio ai tanti temporali!

Alta pressione Africana prova ad inglobare l’Italia in questa seconda parte di settimana, ma come preannunciato da lunedì, in vista c’è un nuovo break temporalesco per il weekend. L’artefice del cambiamento sarà ancora una volta il vortice freddo posizionato tra Mare del Nord e Scandinavia e le caratteristiche del guasto saranno con ogni probabilità molto […]

Scarica l'app del Meteo in Diretta per iOs o Android e porta il meteo sempre con te, è gratis!

Meteo in diretta - le tue previsioni meteo personalizzate

Copyright 2000-2015 Tutti i diritti riservati
MeteoInDiretta è un progetto Tempo di meteo srl p.i.02241200464