Il fitoplancton nell’Artico è aumentato del 57%. Cosa vuol dire?

Tempo di lettura: 3 minuti.

Le vaste fioriture di alghe contribuiscono ad un maggiore assorbimento di carbonio e un maggior apporto di sostanze nutritive. Ma cosa comporterà un Artico più “verde”?

Negli ultimi 20 anni, l’Oceano Artico ha visto un aumento del 57% del suo fitoplancton, rivela uno studio condotto da un team di ricercatori dell’Università di Stanford, superando le aspettative degli scienziati. Questo fenomeno influenza il modo in cui l’oceano assorbe il carbonio, ma anche come fornisce le risorse necessarie all’intero ecosistema marino. La maggiore fioritura di alghe, in concomitanza con la riduzione del ghiaccio marino, sta apportando dei cambiamenti ancora non del tutto chiari alla catena alimentare dell’Artico.

L’espansione del fitoplancton nella catena alimentare è una conseguenza dello scioglimento delle calotte polari dell’Artico a causa del riscaldamento globale, che ha determinato una maggiore fioritura di alghe. Ma secondo i ricercatori, a partire dal 2009 circa, l’esposizione di nuove acque libere è diminuita drasticamente. Ciò avrebbe dovuto significare un declino del “verde” a causa della carenza di azoto disponibile e altri elementi essenziali per la sopravvivenza, ma non è ciò che è successo. Questa espansione alla base della piramide alimentare – nota come aumento del tasso di produzione primaria netta (NPP) – è invece continuata. “L’aumento della NPP nell’ultimo decennio è dovuto quasi esclusivamente a un recente aumento della biomassa fitoplanctonica”, spiega co-autore dello studio Kevin Arrigo.

Normalmente, un aumento del verde è un fenomeno positivo, poiché questo svolge un ruolo essenziale nell’assorbimento di Co2 e nella conservazione della biodiversità. Ma in un luogo come l’Artico, dove la vita si fonda sulla presenza del ghiaccio, è difficile prevedere le conseguenze di tali cambiamenti. “Ci saranno vincitori e perdenti”, afferma Arrigo. Essenzialmente, l’incremento a lungo termine di NPP osservato dai ricercatori è stato così sconcertante da costringerli a guardare le spiegazioni esistenti e chiedere cosa avrebbero potuto perdere.

La scienziata ambientale Kate Lewis, principale autore dello studio, afferma l’aumento di produzione di fitoplancton nell’Artico era già noto negli ultimi anni, “ma sembrava che il sistema stesse semplicemente riciclando la stessa riserva di nutrienti”. I nuovi risultati mostrano invece che il fitoplancton si sta riproducendo anno dopo anno, assorbendo più carbonio e producendo nuovi nutrienti nell’oceano. L’impatto ecologico di questo cambiamento è molto rilevante, sottolinea Lewis, nonché inaspettato.

La distribuzione dell’afflusso di sostanze nutritive è una questione piuttosto complessa, dipende molto dalle correnti oceaniche, che trasportano materiali diversi e sono soggette a variabilità legate a fattori climatici. Mappare i cambiamenti nel fitoplancton nell’Artico è peraltro una sfida che si differenzia dalle misurazioni tradizionali utilizzate per l’analisi della NPP. “Gli algoritmi che funzionano in qualsiasi altra parte del mondo – che osservano il colore dell’oceano per misurare la quantità di fitoplancton presente – non funzionano affatto nell’Artico”, spiega Arrigo.

Grazie a processi specifici, il team potrà osservare meglio i cambiamenti che si stanno verificando nell’estremo nord del pianeta e capire in che modo queste vaste fioriture di alghe stanno influenzando gli ecosistemi artici. Ulteriori studi sulle circolazioni atmosferiche e oceaniche aiuteranno a prevedere con più esattezza cosa potrebbe significare in futuro un Artico più “verde”.

Articolo di Erika del 10 Luglio 2020 alle ore 18:20

Altre Notizie Meteo

Uno “tsunami” di nuvole velenose avvolge Venere da decenni

Uno “tsunami” di nuvole velenose avvolge Venere da decenni

Tempo di lettura: 2 minuti. La gigantesca onda scoperta potrebbe spiegare l’estrema velocità di rotazione che caratterizza l’atmosfera venusiana. Un gigantesco muro di nuvole tossiche si sta diffondendo sulla superficie di Venere giorno dopo giorno, secondo un nuovo studio pubblicato su Geophysical Research Letters. L’onda viaggia intorno al pianeta oltre l’equatore, estendendosi fino a 7.500 […]

Antartide, nuove colonie di pinguini imperatore scoperte dallo spazio

Antartide, nuove colonie di pinguini imperatore scoperte dallo spazio

Tempo di lettura: 2 minuti. Le immagini satellitari di Copernicus-Sentinel2 hanno rivelato 11 colonie di pinguini imperatore sconosciute. Ma la scoperta non porta solo buone notizie. In Antartide ci sono il 20% di colonie di pinguini imperatore in più di quanto si pensasse, secondo il nuovo studio del British Antarctic Surveys (BAS). Le immagini del […]

Analisi medio termine: rinforzo dell’alta pressione, caldo e stabilità almeno fino a Ferragosto

Analisi medio termine: rinforzo dell’alta pressione, caldo e stabilità almeno fino a Ferragosto

La prossima settimana, ovvero quella che ci porterà al Ferragosto, si preannuncia prevalentemente stabile e soleggiata sulla nostra Penisola, specie al centro e al sud. Disturbi instabili saranno relegati alle ore pomeridiane con locali piogge e rovesci al nord, soprattutto sulle aree alpine e prealpine e isolatamente lungo l’Appennino. Il vortice depressionario, che negli ultimi […]

Meteo sabato 8 agosto: locali rovesci al sud e sulle Alpi, stabile e soleggiato altrove

Meteo sabato 8 agosto: locali rovesci al sud e sulle Alpi, stabile e soleggiato altrove

Giornata caratterizzata da qualche locale rovescio all’estremo sud e aree alpine specie nelle ore pomeridiane, stabile e soleggiato altrove. Temperature in ulteriore ripresa. Sull’Italia risulta in graduale espansione un campo di alta pressione, tuttavia il vortice depressionario che nei giorni scorsi ha interessato la nostra Penisola continuerà ancora parzialmente ad influenzare le condizioni meteorologiche sulle nostre […]

La stagione degli uragani atlantici sta per diventare “ancora più attiva”

La stagione degli uragani atlantici sta per diventare “ancora più attiva”

Tempo di lettura: 3 minuti. Secondo il NOAA, quella del 2020 sarà una delle stagioni più intense mai registrate. Si prevedono fino a 25 tempeste nominate, di cui 6 potrebbero diventare grandi uragani. L’inizio della stagione degli uragani atlantici è stato da record quest’anno, con 9 tempeste verificatesi soltanto prima della fine di luglio. Quella […]

Meteo venerdì 7 agosto: qualche rovescio al sud e sulle Alpi, soleggiato altrove

Meteo venerdì 7 agosto: qualche rovescio al sud e sulle Alpi, soleggiato altrove

Giornata caratterizzata ancora da instabilità sulle regioni meridionali con qualche pioggia e rovescio specie nelle ore pomeridiane. Tempo prevalentemente stabile e soleggiato altrove, eccetto qualche locale rovescio pomeridiano sulle Alpi. Temperature in ripresa. Sull’Italia risulta in graduale espansione un campo di alta pressione, tuttavia il vortice depressionario che nei giorni scorsi ha interessato la nostra […]

Nuova allerta per il ghiacciaio Planpincieux, 30 case evacuate per rischio crollo

Nuova allerta per il ghiacciaio Planpincieux, 30 case evacuate per rischio crollo

Tempo di lettura: 1 minuto. Rischia di staccarsi un ammasso di ghiaccio di oltre 500mila tonnellate di metri cubi, il doppio del volume che fece scattare l’allarme l’anno scorso. È di nuovo allarme per il ghiacciaio Planpincieux in Valle d’Aosta, da cui rischia di staccarsi un ammasso di circa 500mila metri cubi di ghiaccio. Il […]

Fine settimana l’estate tenta la rimonta ma insisteranno ancora i temporali: temperature in lenta salita!

Fine settimana l’estate tenta la rimonta ma insisteranno ancora i temporali: temperature in lenta salita!

Il vortice di bassa pressione che sta portando tempo instabile su tutto il centro-sud Italia, si è spostato sul Golfo di Taranto e tende molto lentamente a muoversi verso sud-est. Da quella posizione il minimo terrà ancora sotto scacco le regioni meridionali per le prossime 48 ore rinnovando per la giornata odierna e per quella […]

Meteo giovedì 6 agosto: residui rovesci al sud, tempo stabile altrove

Meteo giovedì 6 agosto: residui rovesci al sud, tempo stabile altrove

Giornata caratterizzata da residua instabilità al sud con piogge e rovesci, tempo stabile e soleggiato altrove, specie al nord e sul versante tirrenico centrale. Temperature in rialzo al nord, stazionarie al centro-sud con valori al di sotto della norma. Le nostre regioni centro-meridionali risentiranno ancora dell’influenza di un vortice depressionario che da giorni sta interessando […]

Coronavirus: non è a ondate, ma “come un incendio a lungo termine”

Coronavirus: non è a ondate, ma “come un incendio a lungo termine”

Tempo di lettura: 3 minuti. La situazione globale dei contagi da Covid-19 non sembra confermare quanto ipotizzato in precedenza sul legame con fattori climatici. La stagionalità del virus potrebbe anzi instaurarsi a distanza di anni. Dall’insorgere dell’epidemia di Covid-19, gli esperti di tutto il mondo si sono interrogati su come potrebbe cambiare in futuro la […]

Scarica l'app del Meteo in Diretta per iOs o Android e porta il meteo sempre con te, è gratis!

Meteo in diretta - le tue previsioni meteo personalizzate

Copyright 2000-2015 Tutti i diritti riservati
MeteoInDiretta è un progetto Tempo di meteo srl p.i.02241200464